BASTA !

Bisogna Abolire lo STAto !

 

Crimini & Misfatti
dello stato italiano dalle origini ai giorni nostri

 


1969-1979 - Lo statismo criminale : lo stato terrorista tra coperture e complicità


 

1969
9 Aprile. La polizia di stato spara sui manifestanti durante uno sciopero generale a Battipaglia (Salerno) : 2 morti (Teresa Ricciardi e Carmine Citro) e 200 feriti.

28 Agosto. Il Procuratore della repubblica di Milano fa sequestrare su tutto il territorio nazionale, con l'accusa di oscenità, il disco della canzone "Je t'aime, moi non plus" interpretata da Serge Gainsbourg e Jane Birkin.

27 Ottobre. A Pisa, la polizia carica i manifestanti uccidendo con un candelotto lacrimogeno sparato ad altezza d'uomo lo studente Cesare Pardini; numerosi altri manifestanti rimangono feriti.

22 Novembre. Piergiorgio Bellocchio, direttore responsabile del settimanale "Lotta Continua", viene denunciato per apologia di reato, istigazione alla disobbedienza delle leggi, diffusione continuata di notizie false e tendenziose e sarà condannato a 1 anno e 3 mesi di prigione.

24 Novembre. Francesco Tolin, direttore responsabile del foglio "Potere Operaio" è arrestato per istigazione a delinquere. Sarà condannato a 1 anno e 5 mesi di prigione.

30 Novembre. A Napoli, nel carcere di Poggioreale, si uccide Domenico Criscuolo, tassista incarcerato il 13 ottobre in occasione di una manifestazione sindacale. Aveva appena avuto un colloquio con la moglie che non sapeva come procurarsi il denaro per mantenere i 5 figli.

2 Dicembre. Il questore di Roma ordina ai componenti del "Living Theatre" diretto da Julian Beck di uscire dal territorio dello stato italiano. L'espulsione è in relazione alla rappresentazione di "Paradise now".

4 Dicembre. Lo stato decide finalmente di considerare non più reato l'adulterio e il concubinato. Il solo utilizzo di questi termini e il fatto che lo stato si sia occupato così a lungo di disciplinare (reprimere) rapporti affettivi tra persone adulte e consenzienti dovrebbe far gelare il sangue nelle vene.

15 Dicembre. La polizia di stato fa 'suicidare' il ferroviere anarchico Giuseppe Pinelli durante un interrogatorio, alla Questura di Milano, per l'attentato alla Banca Nazionale dell'Agricoltura (12 Dicembre). Giuseppe Pinelli risulterà totalmente estraneo ai fatti.

 

1970
14 Luglio. A Reggio Calabria, si verificano dimostrazioni e scontri tra forze di polizia e popolazione alla notizia che Catanzaro è stata prescelta come capoluogo di regione. Nel corso degli scontri la polizia uccide il ferroviere Bruno Labate.

27 Agosto. Aumento delle imposte sulla benzina, sulle patenti, sui passaporti, incremento dell'IGE su alcuni prodotti e della ritenuta d'acconto sull'imposta complementare dei lavoratori dipendenti. Lo stato fa l'unica cosa che sa fare: battere cassa.

27 Settembre. A Reggio Calabria, nel corso di incidenti con i manifestanti per ‘Reggio capoluogo’, la polizia uccide Angelo Campanella.

12 Dicembre. A Milano, la polizia carica con lacrimogeni un corteo indetto dalla sinistra extraparlamentare nell'anniversario della ‘strage di Stato’, e per solidarizzare con i militanti dell’Eta sotto processo a Burgos, uccidendo Saverio Saltarelli di 22 anni, provocando decine di feriti fra i quali il giornalista Giuseppe Carpi, colpito da un proiettile. Per la morte di Saltarelli saranno successivamente inquisiti il capitano dei carabinieri Antonio Chirivi e il capitano di Ps Alberto Antonietti.

 

1971
2 Febbraio. A Foggia, nel corso di uno sciopero, la polizia apre il fuoco uccidendo il bracciante Domenico Centola.

6 Giugno. A Milano, nel corso dello sgombero di una palazzina Iacp di via Tibaldi, occupata da decine di famiglie operaie, il denso fumo provocato da decine di candelotti lacrimogeni sparati dalle forze di polizia provoca la morte di Massimiliano Ferretti, di 7 mesi, malato di cuore e affetto da bronchite.

12 Giugno. A Palermo, un attivista del Partito repubblicano, Michele Guaresi di 32 anni, viene ucciso con un colpo di pistola da un agente di Ps perché sorpreso ad affiggere manifesti elettorali del suo partito dopo il termine consentito.

17 Settembre. A Reggio Calabria, nel corso di incidenti con dimostranti per Reggio capoluogo, le forze di polizia fanno uso di armi da fuoco uccidendo Carmelo Jaconis.

7 Ottobre. La Camera approva la riforma fiscale. Tutti i contribuenti vengono schedati e viene loro imposto un codice di identificazione. L'IGE viene sostituita con l'IVA (Imposta sul valore aggiunto) inventata dagli alti burocrati francesi e copiata dagli stati di mezza Europa. Ci avviamo verso livelli sempre più insopportabili di tassazione da parte di uno stato sanguisuga.

26 Novembre. Emergono finanziamenti occulti (24 miliardi) a vari partiti (DC, PSI, PLI, MSI, PSDI, PRI) effettuati dalla società Montedison. Il lupo perde il pelo ma i partiti non perderanno mai il vizio, altrimenti non sarebbero partiti, vale a dire gruppi di parte, che prendono da qualche parte, contraccambiando con favori di parte.

 

1972
11 Marzo. A Milano è ucciso da un candelotto lacrimogeno sparato ad altezza d’uomo dalla polizia il pensionato Giuseppe Tavecchio.

5 Maggio. La polizia di stato reprime duramente una manifestazione a Pisa, ferendo gravemente l'anarchico Franco Serantini che morirà due giorni dopo in carcere per trauma cranico.

29 Dicembre. Dopo averlo fatto marcire per 3 anni in carcere, senza processo, lo stato, bontà sua, rimette in libertà l'anarchico Pietro Valpreda, totalmente estraneo alla strage alla Banca Nazionale dell'Agricoltura in Piazza Fontana a Milano (12 Dicembre 1969).

30 Dicembre. Viene finalmente abrogata la norma liberticida che proibisce la divulgazione di scritti "contrari agli ordinamenti politici, sociali ed economici costituiti o lesivi del prestigio dello stato o dell'autorità o offensivi del sentimento nazionale". Ci sono voluti quasi 30 anni dalla fine del regime fascista.

 

1973
23 Gennaio. La polizia di stato ferisce gravemente a Milano lo studente Roberto Franceschi che morirà il 30 gennaio.

21 Febbraio. La polizia di stato ferisce gravemente a Napoli, nel corso di una manifestazione contro l'introduzione del fermo di polizia, Vincenzo Caporale che morirà il giorno seguente.

3 Maggio. Il nuovo codice delle telecomunicazioni fa espresso divieto di impianti televisivi non statali. Il monopolio statale innanzitutto.

12 Maggio. Il ministro delle poste, Giovanni Gioia, pone sotto sequestro l'emittente televisiva via cavo "Telebiella". Solo gli idioti irriducibili possono parlare di libertà con riferimento allo stato.

7 Settembre. Il presidente della repubblica italiana, Giovanni Leone, in visita a malati di colera nell'ospedale di Napoli, fa segni di scongiuro (le corna) contro la malattia. Così lo stato affronta i problemi della sanità.

9 Novembre. La polizia di stato arresta a Sassari l'attore e scrittore di teatro Dario Fo, durante le prove di uno spettacolo, con l'accusa di resistenza a un cosiddetto 'pubblico' ufficiale.

22 Novembre. Lo stato decide lo scioglimento dell'organizzazione "Ordine Nuovo" con la motivazione di ricostituzione del disciolto partito fascista. Al tempo del fascismo si scioglievano le organizzazioni comuniste. Cambiano i direttori dello stato ma non le direttive.

 

1974
13 Febbraio. I segretari amministrativi dei partiti di governo (DC, PSI, PSDI, PRI) sono indagati per aver ricevuto fondi dall'Enel (compagnia elettrica di stato) e dalle compagnie petrolifere, per  una politica energetica contraria alle centrali nucleari. È il cosiddetto 'scandalo dei petroli'.

9 Aprile. Dopo solo 2 giorni di dibattito, i partiti di stato si votano alla Camera uno stanziamento di 45 miliardi l'anno più 15 miliardi per ogni consultazione elettorale. Il 17 il provvedimento verrà approvato anche dal Senato. L'impudenza dei cosiddetti 'rappresentanti' statali del popolo supera ogni limite.

30 Aprile. Lo stato introduce pesanti restrizioni alle importazioni (vincolo del deposito del 50% del loro valore presso la Banca d'Italia) e alla libertà di recarsi all'estero con i propri soldi. È una sorta di dittatura economica dello stato che rende risibile il solo parlare di capitalismo o di libera circolazione di persone e merci. Taluni saranno arrestati alla dogana italiana con modiche somme di denaro.

Giugno. Il ministro delle poste e telecomunicazioni, Giuseppe Togni, decreta l'oscuramento delle emissioni televisive straniere per ribadire e rafforzare il monopolio assoluto della TV di stato sui cervelli degli italiani.

6 Luglio. Lo stato imperversa con una raffica di aumenti generalizzati delle tariffe e con nuove imposte : una tantum sugli immobili, sulle moto, sulle automobili e sui natanti. Impone inoltre il pagamento anticipato del 10% delle imposte per i lavoratori autonomi e aumenta i contributi per malattia da parte delle imprese.

10 Luglio. La corte costituzionale dichiara legittimo il monopolio di stato sulla radiotelevisione. Lo stato certifica lo stato.

8 Settembre. La polizia di stato uccide a Roma il giovane Fabrizio Ceruso durante lo sgombero di alcune case occupate. 

 

1975
11 Aprile. Il parlamento approva la legge di spartizione tra i partiti dei vari canali della televisione di stato. È la cosiddetta lottizzazione della RAI.

17 Aprile. La polizia di stato uccide, durante una manifestazione a Milano, travolgendolo con una jeep, Giannino Zibecchi, un insegnante di educazione fisica.

18 Aprile. La polizia di stato uccide, a Firenze, Rodolfo Boschi nel corso di una manifestazione.

16 Maggio. A Napoli, la polizia carica i disoccupati che hanno occupato la sala consiliare del Comune, provocando 34 feriti e travolgendo con un automezzo Gennaro Costantino uccidendolo.

21 Maggio. Il Parlamento approva la legge sul cosiddetto ordine pubblico (legge Reale) che introduce il fermo di polizia e amplia la licenza di sparare da parte della polizia.

7 Luglio. A Roma, il vicebrigadiere di Ps Antonio Tuzzolino, recatosi con altri nell’appartamento di Anna Maria Mantini, sospettata di appartenere ai Nap, la uccide con un colpo di pistola in fronte, pur essendo la ragazza disarmata. La comunicazione giudiziaria a suo carico il giorno successivo, non avrà alcun seguito rivestendo un carattere meramente formale. Lo stesso giorno nella capitale, un agente di Ps uccide Rosaria Palladino di 25 anni, perché aveva sospettato che tenesse nella borsetta una pistola.

22 Novembre. A Roma, nel corso di una manifestazione a favore della liberazione dell’Angola dal dominio portoghese, i carabinieri aprono il fuoco uccidendo il diciottenne Pietro Bruno e ferendo gravemente altre 3 persone. Per l’uccisione di Bruno saranno inquisiti il sottotenente dei carabinieri Saverio Bosio, il carabiniere Pietro Colantuono e l’agente di Ps Romano Tammaro. Il giudice istruttore Pasquale Lacanna nella sua ordinanza di proscioglimento scriverà: "se per la difesa dei superiori interessi dello Stato, congiuntamente alla difesa personale, si è costretti ad una reazione proporzionata alla offesa, si può compiangere la sorte di un cittadino la cui vita è stata stroncata nel fiore degli anni ma non si possono ignorare fondamentali principi di diritto. La colpa della perdita di una vita umana è da ascrivere alla irresponsabilità di chi, insofferente della civile vita democratica, semina odio tra i cittadini". Il giudice Lacanna avrebbe fatto meglio a mettersi la canna della pistola in bocca e spararsi prima di dire simili idiozie.

 

1976
6 Gennaio. I quotidiani statunitensi "The New York Times" e "Washington Post" rivelano che la CIA (Central Intelligence Agency), cioè l'agenzia di spionaggio dello stato centrale USA, ha versato, nel corso degli anni, 6 milioni di dollari a Giulio Andreotti e Carlo Donat Cattin, alla corrente pro-americana del PSDI, a Vito Scalia della minoranza CISL. Chiaramente, gli interessati smentiscono.

20 Gennaio. La gestione statale dell'economia porta la lira in caduta libera rispetto alle altre monete. La soluzione statale : chiudere il mercato dei cambi.

29 Gennaio. La Corte di Cassazione condanna definitivamente il film di Bernardo Bertolucci "Ultimo Tango a Parigi". La pellicola non potrà più essere proiettata in Italia e tutte le copie dovranno essere bruciate. E poi lo stato parla male dell'Inquisizione cattolica! (concorrenti, mai rivali).

1 Febbraio. Esponenti dei partiti al potere sono coinvolti nel cosiddetto scandalo Lockheed, la compagnia che produce aerei Hercules C 130. Sono accusati di aver intascato miliardi per favorire gli acquisti di aerei da parte dello stato italiano.

28 Febbraio. Il generale Gian Adelio Maletti e il capitano Antonio La Bruna vengono arrestati in quanto ritenuti coinvolti nel torbido gioco dello stato italiano, di coperture e di depistaggi in relazione alla strage di Piazza Fontana a Milano (12 Dicembre 1969)

14 Marzo. A Roma, davanti all’Ambasciata spagnola durante una manifestazione antifranchista la polizia uccide l’ingegner Marotta, che passeggiava in via Belvedere, e ferisce uno studente.

7 Aprile. A Roma, in occasione di una protesta dinanzi al ‘Palazzaccio’ e al ministero di Grazia e giustizia, il secondino Domenico Velluto, in servizio dinanzi al ministero, spara contro alcuni giovani che avevano lanciato delle bottiglie molotov contro l’edificio, uccidendo con un colpo alla nuca Mario Salvi.

8 Ottobre. Lo stato introduce aumenti generalizzati delle tariffe. Inoltre impone che una parte dell'indennità di contingenza venga convertita in titoli di stato bloccati. L'esproprio statale continua, la corruzione statale aumenta. 

30 Novembre. In relazione allo scandalo Lockheed, vengono posti sotto accusa, per corruzione, gli ex ministri Mario Tanassi, Luigi Gui e Mariano Rumor. 

 

1977
11 Marzo. A Bologna durante una manifestazione i carabinieri aprono il fuoco uccidendo Pier Francesco Lorusso.

12 Maggio. La polizia di stato uccide la studentessa Giorgiana Masi durante una manifestazione promossa a Roma dal partito radicale.

8 Luglio. Lo scrittore Leonardo Sciascia in un articolo sul quotidiano "La Stampa" sostiene che in Italia non esisterebbe uno stato di diritto.

15 Ottobre. Il relazione alla strage di piazza Fontana a Milano (1969) vengono posti sotto inchiesta gli alti vertici del SID (i servizi segreti italiani). È l'indiretta conferma delle torbide connessioni tra stato e terrorismo (la cosiddetta "strategia della tensione").

 

1978
7 Gennaio. A Roma, in via Acca Larentia, i carabinieri intervengono contro militanti del Msi che manifestano per protestare contro l’uccisione di Stefano Bigonzetti e Francesco Ciavatta da parte di avversari politici rimasti ignoti. I carabinieri sparano e uccidono Stefano Recchioni.

15 Giugno. Il capo dello stato, Giovanni Leone, è costretto a dimettersi travolto da scandali finanziari (veri o presunti).

27 Luglio. Lo stato introduce la legge sul cosiddetto 'equo canone'. Servirà a bloccare il mercato degli affitti e a introdurre indecenti patteggiamenti sottobanco tra proprietari e locatari.

 

1979
3 Gennaio. A Roma, una pattuglia di carabinieri ferisce in modo grave, sparandogli, Alberto Di Cori, mentre tracciava scritte sui muri nelle vicinanze della residenza privata di Giulio Andreotti.

10 Gennaio. A Roma, nel corso di incidenti con le forze di polizia, viene ucciso con un colpo di pistola alle spalle, il militante missino Alberto Giaquinto, di 18 anni. La polizia cercherà di discolparsi affermando che il giovane era armato, ma sarà smentita dalle risultanze processuali.

7 Dicembre. Il presidente dell'Eni, il socialista Giorgio Mazzanti, è sospeso dall'incarico dopo che sono affiorati sospetti che tangenti siano state pagate a una corrente del Partito socialista (la corrente del vice-segretario Claudio Signorile) per la stipula di un contratto con l'Arabia Saudita per la fornitura di petrolio.

10 Dicembre. Il Senato approva l'installazione di missili Pershing in Italia. Continua la guerra fredda e lo sperpero di risorse in armamenti. 

14 Dicembre. Lo stato inasprisce il fermo di polizia (48 ore), aggrava le pene e introduce premi (i cosiddetti "benefici di legge") per i terroristi pentiti (cioè i delatori). In tutto questo lavorio legalistico-terroristico ciò che risulta totalmente assente, da tutte le parti, è una coscienza morale basata sulla pratica della libertà.

 


 

1980-1991  Lo statismo demenziale : lo stato come furto istituzionalizzato