BASTA !

Bisogna Abolire lo STAto !

 

Crimini & Misfatti
dello stato italiano dalle origini ai giorni nostri

 


1876-1886 - La meridionalizzazione dello stato italiano : la sinistra al potere


 

1876
8 Ottobre. Il prefetto di Bologna, prendendo a pretesto motivi di ordine pubblico, scioglie il III Congresso cattolico con un provvedimento di negazione della libertà di riunione e di espressione.

 

1877
5 Aprile. Le forze armate soffocano una insurrezione nel Matese (Campania) guidata da Carlo Cafiero ed Errico Malatesta, a cui avevano aderito anche i parroci dei paesi di Letino e Gallo.

Leopoldo Franchetti e Sidney Sonnino pubblicano una inchiesta (condotta l'anno precedente) sulle condizioni di vita in Sicilia in cui si mettono in luce le complicità criminali tra latifondisti, alti funzionari del governo e uomini politici come il deputato Raffaele Palizzolo (mandante dell'assassinio del barone palermitano Notarbartolo avvenuto nel 1895) o Nunzio Nasi, futuro ministro della Pubblica Istruzione nel governo Zanardelli (Febbraio 1901 - Ottobre 1903)

 

1878
3 Aprile. Il nuovo trattato commerciale con la Francia introduce ulteriori tariffe doganali per favorire  l'industria nazionale, soprattutto quella tessile, siderurgica e alimentare. Il solito perdente è il consumatore costretto a pagare prezzi più elevati per le merci dei settori posti al riparo dalla concorrenza. Inoltre, a causa dei dazi e delle ritorsioni commerciali entra in crisi l'agricoltura. Stato e sviluppo economico sono due termini antitetici.

18 Agosto. Le truppe regie uccidono a fucilate Davide Lazzaretti, esponente guida di una comunità religiosa, e alcuni suoi seguaci, alle Forche di Arcidosso (Grosseto). Predicavano l'avvento di una società su basi egualitarie e tanto è bastato allo stato per sopprimerli.

 

1879
Dicembre. Il governo italiano invia nella Baia di Assab (Etiopia) una nave da guerra in appoggio alla società genovese Rubattino che ne ha acquistato il controllo. Iniziano le mire espansionistiche dello stato italiano sull'Africa.

 

1880
Gennaio. La società Rubattino acquista alcune isole del mar Rosso di cui il governo italiano assumerà l'amministrazione. La strada verso l'espansione coloniale ad opera dello stato è oramai aperta.

 

1881
13 Luglio. Un gruppo di facinorosi attacca il corteo che porta la salma di Pio IX dalla Basilica di San Pietro alla tomba di San Lorenzo fuori le mura, minacciando di gettare la salma del pontefice nel Tevere. Le cosiddette forze dell'ordine dello stato italiano non intervengono che molto in ritardo.

 

1882
10 Marzo. Il governo italiano si sostituisce alla società Rabattino acquistando i diritti sulla Baia di Assab. Inizia subdolamente la colonizzazione dell'Etiopia.

27 Aprile. Approvazione a grande maggioranza (201 a favore e 18 contrari) di spese militari straordinarie e discussione di un progetto di legge che porterà ad un aumento degli organici militari. Ci si prepara sempre più alle avventure coloniali.

30 Aprile. La Corte di Assise di Milano condanna Giuseppe Rovetta, redattore responsabile del settimanale 'La lotta', per aver incitato gli oppressi alla lotta e per offese al re.

 

1883
6 Luglio. Il Parlamento accentua il carattere protezionistico degli accordi commerciali con la Francia. Sono le avvisaglie della guerra commerciale del 1887.

5-6 Agosto. La polizia di stato interrompe e scioglie il II Congresso del Partito socialista rivoluzionario di Romagna che si tiene a Ravenna.

9-10 Settembre. La polizia di stato spara sulla folla che protesta contro l'arresto di alcuni giovani che hanno lanciato sassi contro lo stemma sabaudo.

16 Dicembre. A Napoli, l'esercito scioglie un comizio che rivendica il suffragio universale nelle elezioni amministrative e l'autonomia dei comuni.

 

1884
10 Febbraio. Una nota del Papa Leone XIII critica duramente una sentenza della Corte Costituzionale che impone alla Congregazione de propaganda fide la conversione di tutti i suoi beni immobili in cartelle del debito pubblico. L'ingerenza e l'arroganza dello stato italiano nei confronti del Vaticano non conosce limiti.

13 Febbraio. A Firenze, la polizia di stato sequestra, per la terza volta, il giornale dei comunisti anarchici 'La questione sociale', arrestando il suo redattore, Pilade Cecchi, che verrà condannato a quattro anni di carcere.

11 Luglio. Il Parlamento vota un finanziamento straordinario di15 milioni per l'acquisto di materiali bellici. Prosegue la preparazione in vista delle avventure coloniali.

 

1885
17 Gennaio. Il corpo di spedizione di Assab salpa da Napoli in direzione del mar Rosso. L'aggressione coloniale in Africa inizia ufficialmente.

27 Gennaio. In un discorso alla Camera il ministro degli esteri Mancini difende la politica coloniale di aggressione ed esalta la missione civilizzatrice degli stati europei.

5 Febbraio. Invasione della costa etiopica tra Massaua e Assab e occupazione di Massaua e dell'intera zona costiera senza incontrare resistenza.

12 Febbraio. Partenza per Massaua della seconda spedizione militare. La propaganda del governo italiano parla di miglioramento delle 'condizioni morali' della città a seguito dell'invasione. Non ci sono limiti alla sfrontatezza e al ridicolo dei governanti statali.

24 Febbraio. Partenza della terza spedizione militare.

Marzo. Repressione statale delle agitazioni dei contadini nel mantovano e dei dirigenti del movimento 'La boje'. Vengono arrestate 168 persone e 22 vengono deferite all'autorità giudiziaria con l'accusa di attentato alla sicurezza dello stato.

8 Maggio. La Camera approva la spedizione di Massaua (180 a favore e 97 contro) dopo che la stessa è già stata effettuata. E gli storici parlano di democrazia parlamentare!

24 Giugno. Le truppe dello stato italiano occupano Saati, a 30 chilometri da Massaua, nonostante le proteste del Negus di Abissinia.

2 Dicembre. Viene proclamata l'annessione di Massaua al regno d'Italia.

 

1886
22 Giugno. Lo stato, per mano del prefetto di Milano, scioglie il 'Partito Operaio' e sopprime il suo giornale 'Il Fascio Operaio' ordinando l'arresto dei dirigenti con l'accusa di aver costituito "un'associazione di malfattori". 

 


 

1887-1900 Autoritarismo statale e avventurismo coloniale : trasformisti e reazionari al potere